Hardware bricolage

A me non piacciono gli sprechi. Non mi piace buttare via una cosa a meno che non sia irrecuperabile e che non abbia almeno provato a riparare.

Personal computer

Un pc recuperato.  Credit: Il Poliedrico

Un pc recuperato.
Credit: Il Poliedrico

Un paio di settimane fa entrai in possesso di un po’ di vecchi personal computer da ufficio provenienti da diverse aste giudiziarie.
Erano macchine ormai obsolete, del 2004 o 2005, i primi Pentium 4 della serie Prescott con clock da 3 Ghz e socket 775. Essendo destinate ad uso di ufficio non disponevano di particolari dotazioni hardware come schede video o altro, tranne una, che era una stazione di videosorveglianza con tanto di controller dedicato e una scheda video PCI-express da 128M.
Adesso questo pc è stato recuperato con successo usando i componenti come RAM, hard disk, case etc. delle altre macchine sacrificate e irrecuperabili nell’hardware troppo obsoleto e ormai incompatibile con i sistemi operativi attuali.
Questo è la sua – discreta – dotazione hardware:

  1. Motherboard: Intel ® P5GD1 pro (chipset 915P) 
  2. Processore: Intel ®  Pentium 4 Prescott 3,4 Ghz
  3. RAM: 3 G DDR400
  4. hard disk: SATA 250 G
  5. Masterizzatore: CD/DVD
  6. Scheda video: ATI ® Radeon X550 PCI-e 128 M 
  7. Rete wireless: Atheros  ®
  8. Alimentatore: 450 W

Insomma, una macchina che sicuramente qualche anno fa era ancora al top di gamma e che sarebbe costata molte centinaia di euro e che adesso non finirà certo in discarica ma regalerà senz’altro grandi soddisfazioni al suo nuovo proprietario ancora per molti anni.

Tablet

Aprire l’Acer A500 è molto meno difficile di quanto si pensi.
Credit:  Ronel Adigue

L’altro giorno il mio fido tablet Acer ® Iconia A500 mi aveva abbandonato decidendo di non accendersi più. Si era guastato il pulsante di accensione.
Guardo i documenti relativi, le diverse garanzie (avevo acquistato insieme al tablet una estensione della garanzia) e scopro a malincuore che il mio caso non è coperto. Inoltre la garanzia originale del prodotto non copre due anni ma soltanto uno, pertanto risulta scaduta dal settembre scorso.
Decido comunque di contattare l’assistenza la quale però non sa darmi precise indicazioni sul costo dell’intervento. Si limita a consigliarmi di spedire l’oggetto al loro centro per avere una valutazione e, siccome la garanzia è scaduta, in caso di rifiuto del preventivo avrei comunque dovuto spendere 20 € + IVA per il consulto, più il ritiro del prodotto sempre a mie spese. Totale 15 € di spedizione  più 24,2 € per il preventivo: totale circa 40 € solo per sapere se vale la pena riparare un tablet del 2011!

La motherboard dell'Acer A500

La motherboard dell’Acer A500.
Credit: Bill Detwiler / TechRepublic

Scaduta per decaduta, la garanzia ormai è nel mio caso aria fritta, così decido di procedere da buon smanettone all’apertura del gingillo, che poi non è affatto difficile: basta una spatolina di plastica (io ho usato quella per fare i dolci!) per forzare il guscio e farlo saltare.
Il pulsante dell’accensione è davvero microscopico ed è accanto alla presa jack delle cuffie, in alto a destra in questa foto.
Addirittura è più piccolo degli assai meno utilizzati tasti per la regolazione del volume di cui è quasi la metà!
Questo e altri indizi scovati leggendo i vari forum  e lo stesso modulo di richiesta di assistenza Acer che prevede proprio questo tipo particolare di guasto, mi avevano fatto sospettare ad un caso di obsolescenza programmata, ovverosia un particolare progettato apposta per essere particolarmente fragile.

Credit: Il Poliedrico

Credit: Il Poliedrico

Una volta estratta la motherboard ho infatti notato che il pulsante di accensione si era scollato parzialmente dalla scheda assumendo una posizione alquanto innaturale ed era sostenuto soltanto dai suoi contatti saldati.
Quindi mi è bastato applicare una goccia di cianoacrilato con una siringa e il suo ago – per non danneggiare inavvertitamente gli altri componenti vicini, per esempio il motorino della vibrazione – sotto al pulsantino e applicare una pinza a molla per tenerlo in pressione e al suo posto durante l’asciugatura della colla.

Credit:Il Poliedrico

I tre pulsanti fisici dell’A500. Notare le diverse dimensioni tra i pulsanti del volume e quello di accensione.
Credit:Il Poliedrico

Risultato?
Il tablet è di nuovo acceso e funzionante con tutti i suoi programmi e i dati di nuovo disponibili, ma soprattutto ho risparmiato  non pochi euro per comprarne uno nuovo o far riparare questo fuori garanzia.

Come ho raccontato, bastano un po’ di ingegno e di pazienza per ottenere piccoli miracoli, come quello di recuperare un buon pc da hardware obsoleto e ripristinare un tablet ormai dato per defunto, risparmiando qualcosina e divertendosi pure!


Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".

2 commenti:

  1. Tutto è partito dal vostro articolo sul chiarimento dato da Apple a proposito della garanzia legale di due anni, che mi ha dato la spinta per far partire la riparazione del mio iPhone 4 con il tasto accensione che era diventato duro come un sasso da premere (seconda volta che mi succede, infatti me lo avevano già sostituito una volta quando era ancora in garanzia). Avevo rimandato la riparazione proprio perchè, essendo scaduta la garanzia annuale, non mi andava di spendere dei soldi per il tasto accensione che comunque, anche se dovevo fare molta forza con le dita, funzionava ancora.

  2. I actually wanted to write a quick remark so as to thank you for all the remarkable strategies you are placing at this website. My time-consuming internet research has at the end been honored with reputable facts and techniques to exchange with my good friends. I ‘d admit that we site visitors are really lucky to dwell in a great website with so many marvellous people with very helpful tips. I feel very grateful to have discovered your entire web site and look forward to plenty of more brilliant moments reading here. Thanks once again for all the details.

Commenti chiusi