Viva la neve!

Umby

Questi sono stati giorni un po’ strani. L’allerta meteo c’era da giorni, io stesso avevo presente la situazione meteorologica della settimana successiva attraverso un banale servizio presente sul mio smartphone ormai stagionato. Eppure si sono avverati una serie di disagi -anche gravi – che non dovrebbero accadere in un paese civile che si vanta di essere una potenza industriale.
A Roma ne sono successe – e ne succedono – di tutti i colori: città semiparalizzata etc. Paradossalmente al suo aeroporto, Fiumicino, i voli sono quasi regolari, mentre i collegamenti con la Città Eterna sono in tilt: addirittura molti taxi che abitualmente fanno la spola con l’aeroporto non hanno neppure le catene o le gomme termiche per viaggiare!
In Toscana molti cavi elettrici sono stati interrotti dai rami degli alberi che sono caduti sui tralicci di media e bassa tensione per le abbondanti nevicate bloccando l’elettricità in molti paesi e verso le case più isolate.

Qeste sono cose che non dovrebbero assolutamente accadere: se si vuole offrire il servizio di taxi bisogna mettere sul conto che magari un  paio di catene a bordo possono essere utili un giorno o l’altro, come sarebbe opportuno un minimo di prevenzione da parte delle amministrazioni pubbliche  per evitare di far crescere gli alberi lungo le linee energetiche nei boschi e ridurre così i rischi di blackout.

Ce ne sono a centinaia di piccole cose da fare per non cadere nel panico alla prima nevicata, questo vale sia per i comuni cittadini e per le pubbliche amministrazioni e che possono far risparmiare denaro.

Volete un paio di esempi di cosa potremmo fare nel nostro piccolo? comprate le catene per la vostra auto quando non servono e tenetele in auto sempre, anche d’estate; non pesano, non occupano spazio e vi costeranno senz’altro meno che quando ce ne sarà bisogno.
Tenete in casa un ballino di sale da 10 – 25 kg da spargere un po’ sulle terrazze, balconi o vialetti per evitare la formazione del ghiaccio: costa pochissimo e spesso fa la differenza.
Comprate uno o più gruppi di continuità per PC: sono ottimi anche per ricaricare i cellulari se proprio dovesse andar male, almeno potrete comunicare.

Possiamo fare tante piccole cose per facilitarci la vita durante un’emergenza neve, così potremmo tornare a dire: «Viva la neve!»

[zenphotopress album=31 sort=random number=4]

Rate this post

Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".
Bookmark.
Questo post è stato letto 63 volte

Commenti chiusi