Quadrantidi: i primi dati

credit: NASA Meteoroid Environment Office (MEO)

Stanno uscendo proprio in queste ore i dati riguardanti lo sciame delle Quadrantidi (il primo sciame meteorico dell’anno), generato dai detriti della cometa 2003 EH1.

Lo sciame ha raggiunto il picco  di 80 tracce per ora il 4 gennaio 2012 tra le 04:27 e le 05:30 UTC, quindi poco prima dell’alba in Italia.

Il NASA’s All-Sky Fireball Network 1 ha registrato ben 20 bolidi durante il picco che hanno permesso di determinare le orbite e le loro velocità, confermando che la velocità delle Quadrantidi oscilla tra i 38 e i 42 km/s. , più o meno in linea con la tabella qui.

fonti:
http://spaceweather.com/
http://imo.net/live/quadrantids2012/

Note:

  1. Il NASA All-sky Fireball Network è sostanzialmente una rete di telecamere automatizzate voluto dalla NASA per cercare di osservare le meteore più luminose chiamate bolidi (fireball in inglese), cioè tutte quelle che eguaglino o superino la luminosità di Venere -4,5.
    Analizzando i dati di queste telecamere disseminate nel paese americano è possibile risalire alle traiettorie – e quindi alle orbite – di queste meteore più grandi, che rappresentano un serio pericolo per le attività umane in orbita e a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".

Commenti chiusi