Il 10 agosto da San Lorenzo al Pascoli, con le Perseidi sullo sfondo

facebooktwittergoogle_plus
Ascolta con webReader

 X Agosto

San Lorenzo, io lo so perché tanto di stelle per l'aria tranquilla arde e cade, perché si gran pianto nel concavo cielo sfavilla. Ritornava una rondine al tetto: l'uccisero: cadde tra i spini; ella aveva nel becco un insetto: la cena dei suoi rondinini. Ora è là, come in croce, che tende quel verme a quel cielo lontano; e il suo nido è nell'ombra, che attende, che pigola sempre più piano. Anche un uomo tornava al suo nido: l'uccisero: disse: Perdono; e restò negli aperti occhi un grido: portava due bambole in dono. Ora là, nella casa romita, lo aspettano, aspettano invano: egli immobile, attonito, addita le bambole al cielo lontano. E tu, Cielo, dall'alto dei mondi sereni, infinito, immortale, oh! d'un pianto di stelle lo inondi quest'atomo opaco del Male!

Giovanni Pascoli

Pietro_da_cortona,_martirio_di_san_lorenzo

San Lorenzo trascinato sulla graticola, nell'interpretazione di Pietro da Cortona.
Fonte: Wikipedia

Come tutti gli anni ci stiamo avvicinando al momento clou che tutti più o meno conosciamo: le Lacrime di San Lorenzo, nome popolare dello sciame delle Perseidi, il cui picco massimo di attività cade tra il 12 e il 13 agosto.

Il santo, originario della provincia di Aragona, in Spagna, era uno dei sette diaconi 1 delle Chiesa Romana all'epoca delle persecuzioni dell'imperatore romano Valeriano. I primi di agosto dell'anno 258 Valeriano emise un editto con il quale condannava a morte tutti coloro che avevano un ruolo di una certa importanza all'interno della nuova religione, ovvero tutti i vescovi, i presbiteri e i diaconi. Dalle cronache di San Cipriano, uno dei Padri della Chiesa Cattolica, infatti si apprende: «Episcopi et presbyteri et diacones incontinenti animadvertantur» . San Lorenzo fu martirizzato sulla graticola appunto il 10 agosto del 258 d.C., ad appena 33 anni, nel luogo in cui ora sorge la basilica di San Lorenzo in Panisperna a Roma 2 3. E appunto nel ricordo del martirio di San Lorenzo che nel mondo cristiano occidentale lo sciame delle Perseidi viene intitolato 4 il 10 agosto.

Milleseicento anni più tardi, il poeta italiano Giovanni Pascoli dedicò alcune poesie 5 all'assassinio del padre, Ruggero Pascoli, ucciso proprio il 10 agosto per motivi rimasti ancora oscuri. Una di queste, dal titolo appunto X Agosto, inizia proprio ricordando le lacrime di San Lorenzo, le Perseidi:

San Lorenzo, io lo so perché tanto di stelle per l'aria tranquilla arde e cade, perché si gran pianto nel concavo cielo sfavilla   [...]

Ecco quindi un paio di fatti storici lontanissimi fra loro come il martirio di un santo e una poesia scritta in memoria di un tragico evento che però hanno in comune uno degli eventi astronomici più conosciuti ed ammirati di sempre. Quali  altri intrecci fra la storia  e l'astronomia conoscete?

ps. Buon onomastico a tutti i Lorenzo per il prossimo 10 agosto e buon compleanno a chi compirà gli anni in quella data!


Note:

 

  1. Nel primo periodo del cristianesimo la figura di diacono era paragonabile a quella di vescovo. La parola deriva dal greco διάκονος - diákonos, ovvero servitore, quindi potremmo tradurla come Servo di Dio.
  2. Via Panisperna è soprattutto famosa perché qui sorgeva il Regio istituto di fisica dell'Università di Roma dove si formarono i celebri scienziati Enrico FermiEttore MajoranaEdoardo AmaldiFranco RasettiEmilio SegrèBruno Pontecorvo e il chimico Oscar D'Agostino sotto la guida di Orso Mario Corbino, fisico, ministro, senatore e direttore dell'Istituto di fisica di via Panisperna,
  3. Un'altra chicca è proprio il nome della strada, via Panisperna, comunque legata al celebre santo agostano. Una di queste fa riferimento proprio all'editto di Valeriano, il quale impose ai martiri di donare le loro ricchezze all'imperatore in cambio della vita. San Lorenzo si presentò con i poveri che erano la ricchezza della Chiesa e per questo fu condannato alla graticola. Per ricordare quel gesto, in seguito i frati della Basilica di S. Lorenzo presero l'abitudine di distribuire panem et perna, ossia pane e prosciutto, ai poveri. Un'altra versione fa derivare il nome da palis e sterno, pali e disteso, riferendosi al martirio del santo sui ferri incandescenti. Alcuni edifici di proprietà del monastero che si affacciano sulla strada, recano ancora targhe con il simbolo della graticola sollevata.
  4. Nella cristianità ortodossa invece lo sciame viene attribuito alla Trasfigurazione di Gesù, celebrata il 6 agosto.
  5. Oltre a X Agosto, un'altra poesia che il Pascoli dedicò all'uccisione del padre fu la celebre La cavalla storna, vero incubo per diverse generazioni di studenti costretti ad impararla - e poi recitarla - a memoria.
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Post correlati:

"

Autori:

Umby

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. La sua grande passione è lo studio del Cosmo, a cui deve gran parte delle sue conoscenze. Conduce il Blog Il Poliedrico dal 2010 e definisce sé stesso "Cercatore".

3 comments to Il 10 agosto da San Lorenzo al Pascoli, con le Perseidi sullo sfondo

Umberto Genovese

Umby

Il Poliedrico su Facebook

Locations of visitors to this page
       
  •           

    Se apprezzi il lavoro svolto in questi anni da Il Poliedrico e ritieni che questo sito meriti il tuo contributo, noi accogliamo con favore il tuo aiuto.